Le investigazioni sulla concorrenza sleale riguardano una serie di specifici ambiti operativi che fanno riferimento a situazioni che vanno contro ogni logica morale e giuridica.

Si tratta di un insieme di azioni che derivano da atti di spionaggio industriale e reperimento e divulgazione illecita di informazioni riservate ed importantissime per il normale svolgimento di una qualsiasi realtà imprenditoriale che opera su un libero mercato di concorrenza paritaria.

I principali casi di concorrenza sleale sono l’utilizzo di nomi che creano confusione con il nome di un’altra azienda, imitazione dei prodotti dei oncorrenti, denigrazione sulle attività o sui prodotti di un azienda, violazione di norme pubbicistiche, boicottaggio e spionaggio industriale.

In questo modo, attraverso il monitoraggio e i consigli delle agenzie specializzate nelle indagini investigative che cercano di appurare i sospetti casi di concorrenza sleale ed illecita, si possono implementare corrette ed efficaci azioni di contromisura, per evitare che lo spionaggio industriale (o i tentativi in questo senso) porti effettivi danni alle politiche commerciali delle imprese che corrono il rischio di cadere vittime di questi illeciti o di questi atti in ogni caso scorretti da un punto di vista industriale.